Articoli con tag: System of a Down

B.Y.O.B.

Come i fan ben sapranno, nelle loro canzoni, i System Of A Down parlano spesso del genocidio in Armenia (quelle sono le loro radici), o comunque di guerra nel senso più generale, e questa canzone ne è un esempio. La sigla del titolo sta per “Bring your own bombs” (Porta con te le bombe), gioco di parole con ciò che significa in realtà – “Bring your own booze” (Porta alcol), infatti la sigla si trova di solito nei volantini-invito a feste.
[Nota: I versi scritti in maiuscolo indicano che quella parte è gridata.]

WHY DO THEY ALWAYS SEND THE POOR?
Barbarisms by Barbaras with pointed heels
Victorious, victorious, kneel for brand new spankin’ deals
Marching forward hypocritic and hypnotic computers
You depend on our protection
Yet you feed us lies from the tablecloth

PERCHÉ MANDANO SEMPRE I POVERI?
Barbarie dei Barbaras [*] con calzature appuntite
Vittoriosi, vittoriosi, sottomettetevi ad accordi nuovi di zecca
Marciando avanti, come ipo-critici e ipnotici computer
Tu dipendi dalla nostra protezione
E comunque ci date in pasto bugie dalla vostra tovaglia

La la la la la la la la la, ooh
Everybody’s going to the party, have a real good time
Dancing in the desert, blowing up the sunshine

La la la la la la la la la, uh
Tutti stanno andando alla festa, divertitevi tantissimo
Ballando nel deserto, facendo esplodere il sole

Kneeling roses disappearing into Moses’s dry mouth
Breaking into Fort Knox, stealing our intentions
Hangars sitting dripped in oil crying FREEDOM
Handed to absolution, still you feed us lies from the table cloth

Rose accasciate scompaiono nella bocca secca di Mosé [*]
Forzando l’ingresso a Fort Knox, rubando le nostre intenzioni
Hangar statici, gocciolanti d’olio, urlando LIBERTÀ
Consegnati all’assoluzione, continuate a darci in pasto bugie dalla vostra tovaglia

La la la la la la la la la, ooh
Everybody’s going to the party, have a real good time
Dancing in the desert, blowing up the sunshine
Everybody’s going to the party, have a real good time
Dancing in the desert, blowing up the sunshine

La la la la la la la la la, uh
Tutti stanno andando alla festa, divertitevi tantissimo
Ballando nel deserto, facendo esplodere il sole
Tutti stanno andando alla festa, divertitevi tantissimo
Ballando nel deserto, facendo esplodere il sole

BLAST IF OFF, IT’S PARTY TIME
AND WE DON’T LIVE IN A FASCIST NATION
BLAST OFF, IT’S PARTY TIME
AND WHERE THE F*** ARE YOU?
WHERE THE F*** ARE YOU?
WHERE THE F*** ARE YOU?

FALLO DECOLLARE, COMINCIA LA FESTA
E NON VIVIAMO IN UNA NATIONE FASCISTA
FALLO DECOLLARE, COMINCIA LA FESTA
E DOVE C**** SEI TU?
DOVE C**** SEI TU?
DOVE C**** SEI TU?

Why don’t presidents fight the war?
Why do they always send the poor?
Why don’t presidents fight the war?
Why do they always send the poor?
Why do they always send the poor?
Why do they always send the poor?
Why do they always send the poor?

Perché i presidenti non combattono le guerre?
Perché mandano sempre i poveri?
Perché i presidenti non combattono le guerre?
Perché mandano sempre i poveri?
Perché mandano sempre i poveri?
Perché mandano sempre i poveri?
Perché mandano sempre i poveri?

Kneeling roses disappearing into Moses’s dry mouth
Breaking into Fort Knox stealing our intentions
Hangars sitting dripped in oil crying FREEDOM
Handed to absolution, still you feed us lies from the tablecloth

Rose accasciate scompaiono nella bocca secca di Mosé [*]
Forzando l’ingresso a Fort Knox, rubando le nostre intenzioni
Hangar statici, gocciolanti d’olio, urlando LIBERTÀ
Consegnati all’assoluzione, continuate a darci in pasto bugie dalla vostra tovaglia

La la la la la la la la la,
Everybody’s going to the party, have a real good time
Dancing in the desert, blowing up the sunshine
Everybody’s going to the party, have a real good time
Dancing in the desert, blowing up the sun–
WHERE THE F*** ARE YOU?
WHERE THE F*** ARE YOU?

La la la la la la la la la, uh
Tutti stanno andando alla festa, divertitevi tantissimo
Ballando nel deserto, facendo esplodere il sole
Tutti stanno andando alla festa, divertitevi tantissimo
Ballando nel deserto, facendo esplodere il sole
DOVE C**** SEI TU?
DOVE C**** SEI TU?

Why don’t presidents fight the war?
Why do they always send the poor?
Why don’t presidents fight the war?
Why do they always send the poor?
Why do they always send the poor?
Why do they always send the poor?

Perché i presidenti non combattono le guerre?
Perché mandano sempre i poveri?
Perché i presidenti non combattono le guerre?
Perché mandano sempre i poveri?
Perché mandano sempre i poveri?
Perché mandano sempre i poveri?

Why… do… they always send the poor?
Why… do… they always send the poor?
Why… do… they always send the poor?
They only send the poor
They only send the poor

Perché… mandano sempre i poveri?
Perché… mandano sempre i poveri?
Perché… mandano sempre i poveri?
Mandano sempre i poveri
Mandano sempre i poveri

__________________________

Note

1. Barbaras è una traslitterazione del termine Hindu che indicava tutti i popoli forestieri.

2. Ovviamente è una metafora per il deserto, però ho una curiosità in più, se vi interessa.
Secondo le credenze ebraiche, Mosé perdette la capacità di parlare in modo corretto in seguito ad un incidente.

Secondo la midrash [scrittura], un giovane Mosé fu visto una volta lanciare a terra la corona d’oro di Pharaoh [suo padre]. Essendo venuto a conoscenza del fatto, Pharaoh escogitò un piano per vedere se il ragazzino aveva capito le conseguenze della sua azione. Di coseguenza comandò che fosse portato a Mosé un vassio con una pepita d’oro e un tizzone di carbone incandescente, poi gli ordinò di scegliere uno dei due. Se Mosé avesse scelto l’oro, sarebbe significato che ne capiva il valore e quindi sarebbe stato condannato a morte; invece se mosé avesse scelto il carbone ardente, sarebbe stato risparmiato perché non in grado di riconoscere la differenza con l’oro.

Mosé allungò la mano verso l’oro ma un angelo la spinse da parte e lui afferrò il carbone. Immediatamente Mosé portò la mano alla bocca, bruciandosi così labbra e lingua. Di conseguenza si causò un difetto di pronuncia permanente.

fonte

__________________________

DISCLAIMER

Questo è il testo della canzone “B.Y.O.B.” dei System Of A Down. Non possiedo nessun diritto sul copyright e NON utilizzo questo testo per scopi di lucro, ma solo per scopi creativi.

These are the lyrics to System Of A Down’s song “B.Y.O.B.”. I do not own the copyright and I do not use these lyrics for economic benefit but just for creative purpose.

Annunci
Categorie: Musica | Tag: , , , , , , | Lascia un commento

Total paranoia / Paranoia totale

Avviso ai richiedenti: Forse questa non è la canzone che vi aspettavate che traducessi tra quelle di Serj Tankian, ma tant’è… ve la dovete beccare lo stesso.

(Ready or not)
(Ready or not)

Stop by your nightmare
On a dark road today
Such a wind through his white hair
Such a grin on his face

His eyes were like distance
And he bore into mine
They shone and they glistened
Like they drive me blind
And he stood there before me
And he cried out in pain
You think you can ignore me
You think you’ll get away

(Pronto o no)
(Pronto o no)

Fermati vicino all’incubo
In una strada oscura, oggi
Il vento tra i suoi capelli bianchi
Un gran sorriso sul suo viso

I suoi occhi erano come distanza
E mi penetrò con lo sguardo
Brillavano e scintillavano tanto
Da farmi quasi diverntare cieco
E lui stava in piedi lì, di fronte a me
E gridava di dolore
E tu pensi di potermi ignorare
Pensi di poter fuggire

(Ready or not) Ready or not
It’s like total paranoia (Paranoia)
Anything you say
He can twist his way
It’s really too much
It’s like total paranoia (Paranoia)
Anywhere you go
He is sure to know

(Pronto o no) Pronto o no
È come paranoia totale
Qualsiasi cosa tu dica
Lui riesce a manipolarti
È davvero troppo
È come paranoia totale (Paranoia)
Ovunque tu vada
Lui lo sa di sicuro

He said (stop) stop, please and listen
Can we try to be friends?
Why is it always so twisted?
But he cried out again
You can’t stand to remember
You can stand to forget
You won’t lift a finger (You won’t lift a finger)
For the storm of regret (For the storm of regret)

Disse: (fermati) fermati per favore, e ascolta
Possiamo provare ad essere amici?
Perché è sempre tutto così contorto?
Ma lui gridò ancora
Non sopporti di ricordare
Ma riesci a dimenticare
Non muoverai un dito (Non muoverai un dito)
Contro la tempesta del rimpianto (Contro la tempesta del rimpianto)

Ready or not
It’s like total paranoia
You know how to pray
But he won’t go away (Paranoia)
It’s really too much
It’s like total paranoia (Oooh)
Close your eyes, he’ll be there all night (There all night)
Close your eyes, he’ll be there all night
He’ll be there all night
He’ll be there all night
He’ll be there all night

(Pronto o no) Pronto o no
È come paranoia totale
Sai come pregare
Ma lui non se ne andrà (Paranoia)
È davvero troppo
È come paranoia totale (Uuuhh)
Chiudi gli occhi, lui sarà lì tutta la notte (Lì tutta la notte)
Chiudi gli occhi, lui sarà lì tutta la notte
Lui sarà lì tutta la notte
Lui sarà lì tutta la notte
Lui sarà lì tutta la notte

______________________________

DISCLAIMER

Questo è il testo della canzone “Total Paranoia” di Serj Tankian. Non possiedo nessun diritto sul copyright e NON utilizzo questo testo per scopi di lucro, ma solo per scopi creativi.

These are the lyrics to Serj Tankian’s song “Total Paranoia”. I do not own the copyright and I do not use these lyrics for economic benefit but just for creative purpose.

Categorie: Musica | Tag: , , , , , , , | 3 commenti

Blog su WordPress.com.