The rime of the Ancient Mariner / La ballata del Vecchio Marinaio


Lavoraccio pure stavolta: Iron Maiden riscrivono The Rime of the Ancient Mariner di Coleridge. Direi che ci sta proprio con la musica!

Hear the rime of the Ancient Mariner
See his eye as he stops one of three
Mesmerizes one of the wedding guests
Stay here and listen to the nightmares of the Sea

Ascolta le rime del Vecchio Marinaio
Guarda i suoi occhi mentre ferma una persona su tre
Incanta uno degli invitati al matrimonio
Rimani qui e ascolta gli incubi del Mare

And the music plays on, as the bride passes by
Caught by his spell and
The Mariner tells his tale

E la musica continua mentre la sposa si avvicina
Attirata dal suo incantesimo e
Il Marinaio racconta la sua storia

Driven south to the land of the snow and ice
To a place where nobody’s been
Through the snow fog flies on the albatross
Hailed in God’s name, hoping good luck it brings

Spinto a sud verso la terra nella neve e del ghiaccio
Un luogo dove nessuno è mai stato
Attraverso la nebbia ghiacciata vola l’albatro
Invocato in nome di Dio, sperando che porti buona sorte

And the ship sails on, back to the North
Through the fog and ice and
The albatross follows on

E la nave continua a navigare verso Nord
Attraverso la nebbia e il ghiaccio e
L’albatro continua a seguirla

The Mariner kills the bird of good omen
His shipmates cry against what he’s done
But when the fog clears, they justify him
And make themselves a part of the crime

Il Marinaio uccide l’uccello di buon auspicio
I suoi compangi di bordo protestano per quello che ha fatto
Ma quando la nebbia svanisce, lo giustificano
E si rendono complici del crimine

Sailing on and on and North across the sea
Sailing on and on and North ‘till all is calm

Navigando verso Nord attraverso l’oceano
Navigando verso Nord finché tutto è quieto

The albatross begins with its vengeance
A terrible curse, a thirst has begun
His shipmates blame bad luck on the Mariner
About his neck, the dead bird is hung

L’albatro comincia a vendicarsi
Una terribile maledizione cade: la sete
I suoi compagni di bordo danno la colpa al Marinaio
Attorno al collo gli appendono l’uccello morto

And the curse goes on and on and on at sea
And the thirst goes on and on for them and me

E la maledizione fa il suo corso, in mare
E la sete continua per loro e per me

“Day after day, day after day,
we stuck nor breath nor motion
As idle as a painted ship upon a painted ocean
Water, water everywhere and
all the boards did shrink
Water, water everywhere nor any drop to drink.”

[from the poem of Samuel Taylor Coleridge]

“Per giorni e giorni di seguito
restammo come impietriti, non un alito, non un moto;
inerti come una nave dipinta sopra un oceano dipinto.
Acqua, acqua da tutte le parti;
e l’intavolato della nave si contraeva per l’eccessivo calore;
acqua, acqua da tutte le parti; e non una goccia da bere!”
[traduzione di Enrico Nencioni]

There, calls the Mariner
There comes a ship over the line
But how can she sail with no wind
In her sails and no tide?

Ecco, urla il Marinaio
Ecco che arriva una nave dall’orizzonte
Ma come riesce a navigare senza vento
Nelle sue vele e senza correnti?

See… onward she comes
Onwards she nears, out of the sun
See… she has no crew
She has no life, wait — but there’s two

Vedi… Lei si muove in avanti
Si avvicina e va avanti, fuori dal disco solare
Vedi… Non ha equipaggio
Non ha vita. Aspetta: ce ne sono due

Death and she Life in Death
They throw their dice for the crew
She wins the Mariner and he belongs to her now
Then, crew one by one
They drop down dead, two hundred men
She… She, Life in Death
She lets him live, her chosen one

Morte, e lei è Vita-in-Morte
Lanciano i dadi per l’equipaggio
Lei vince il Marinaio e adesso lui le appartiene
Poi l’equipaggio, uno dopo l’altro
Muoiono all’improvviso, duecento uomini
Lei… Lei, Vita-in-Morte
Lei lo lascia vivere, il suo prescelto

[spoken:]
“One after one by the star dogged moon,
too quick for groan or sigh
Each turned his face with a ghastly pang
and cursed me with his eye
Four times fifty living men
(and I heard nor sigh nor groan),
With heavy thump, a lifeless lump,
they dropped down one by one.”

[from the poem of Samuel Taylor Coleridge]

“L’un dopo l’altro, al lume della luna che pareva inseguita dalle stelle,
senza aver tempo di mandare un gemito o un sospiro,
ogni marinaro torse la faccia in una orribile angoscia,
e mi maledisse con gli occhi.
Duecento uomini viventi
(e io non udii nè un sospiro nè un gemito),
con un grave tonfo, come una inerte massa,
caddero giù l’un dopo l’altro.”
[traduzione di Enrico Nencioni]

The curse it lives on in their eyes
The Mariner, he wished he’d die
Along with the sea creatures
But they lived on, so did he

La maledizione continua a vivere nei loro occhi
Il Marinaio desiderava esser morto
Assieme alle creature del mare
Ma loro continuarono a vivere, e così pure lui

And by the light of the moon
He prays for their beauty not doom
With heart he blesses them
God’s creatures, all of them too

E alla luce della luna
Lui prega per la loro bellezza, non per la sventura
Col suo cuore le benedisce
Creature di Dio, tutte loro

Then the spell starts to break
The albatross falls from his neck
Sinks down like lead into the Sea
Then down in falls comes the rain

Poi l’incantesimo inizia a rompersi
L’albatro cade dal suo collo
Affonda come piombo nel Mare
E poi giù, come diluvio, cade la pioggia

Hear the groans of the long dead seamen
See them stir and they start to rise
Bodies lifted by good spirits
None of them speak and they’re lifeless in their eyes

Ascolta i lamenti dei marinai morti da tempo
Guardali, si muovono e cominciano a risalire
Corpi sollevati da spiriti buoni
Nessuno di loro parla, e nei loro occhi non c’è vita

And revenge is still sought, penance starts again
Cast into a trance and the nightmare carries on

E la vendetta è ancora richiesta, la penitenza ricomincia
Uno stato di trance scende su di lui e l’incubo continua

Now the curse is finally lifted
And the Mariner sights his home
Spirits go from the long dead bodies
Form their own light and the Mariner’s left alone

Adesso la maledizione è finalmente esaurita
E il Marinaio scorge la sua casa
Gli spiriti abbandonano i corpi morti da tempo
Formano una luce e i Marinaio rimane solo

And then a boat came sailing towards him
It was a joy he could not believe
The Pilot’s boat, his son and the hermit
Penance of life will fall onto Him

E poi una barca si avvicina a lui navigando
Fu una gioia indescrivibile
La barca del Pilota, suo figlio l’eremita
Penitenza di vita cadrà su di Lui

And the ship it sinks like lead into the sea
And the hermit shrives the Mariner of his sins

E la nave affonda come piombo del mare
E l’eremita confessa i peccati del Marinaio

The Mariner’s bound to tell of his story
To tell his tale wherever he goes
To teach God’s word by his own example
That we must love all things that God made

Il Marinaio è destinato a narrare il racconto
A raccontare la sua storia ovunque vada
Ad insegnare la parola del Signore col suo esempio
Dobbiamo amare tutte le cose che Dio ha creato

And the wedding guest’s a sad and wiser man
And the tale goes on and on and on and on…

E l’invitato al matrimonio è un uomo triste e più saggio
E il racconto continua e continua e continua e contnua…

____________________________

DISCLAIMER

Questo è il testo della canzone “The rime of the ancient mariner” degli Iron Maiden. Non possiedo nessun diritto sul copyright e NON utilizzo questo testo per scopi di lucro, ma solo per scopi creativi.

These are the lyrics to Iron Maiden’s song “The rime of the ancient mariner”. I do not own the copyright and I do not use these lyrics for economic benefit but just for creative purpose.

Annunci
Categorie: Musica | Tag: , , , , , , , | 2 commenti

Navigazione articolo

2 pensieri su “The rime of the Ancient Mariner / La ballata del Vecchio Marinaio

  1. Julia

    Ma non sarebbe “suo figlio E l’eremita”?

    • Io ho interpretato il verso come se nella barca ci fosse solo una persona: suo figlio che è un eremita/santone, che confessa al Marinaio i suoi peccati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: